Una cittadella agrolimentare. Così è stata battezzato il vecchio mercato ortofrutticolo di Catania.
Una struttura, inaugurata dal sindaco Enzo Bianco e che vede la collaborazione dell’Università di Catania e del Coreras (il Consorzio regionale per la ricerca e la sperimentazione). Realtà che rinasce nel nome della qualità dei prodotti alimentari siciliani. Presenti anche l’assessore comunale alle Attività Produttive Angela Mazzola e il presidente del Coreras Placido Rapisarda, il prorettore Alessandra Gentile, docente anche di Arboricultura, il vice Prefetto vicario Enrico Gullotti, il vicepresidente del Consiglio comunale Sebastiano Arcidiacono e il presidente della Municipalità Lorenzo Leone.

Si tratta di un primo intervento sull’ex mercato ortofrutticolo, a detta dell’amministrazione comunale. L’obiettivo è il recupero totale dell’area. “Siamo di fronte ad una grande opportunità – ha detto il sindaco Bianco – sia per la rinascita di questa zona sia per il rilancio di un comparto, quello dei nostri prodotti tipici. Puntare per la ripresa economica e per lo sviluppo del territorio attraverso l’agricoltura è senza dubbio uno degli strumenti che si possono utilizzare con successo per la crescita di Catania”.

La struttura verrà gestita dalla società consortile “Omnia Agricolae”. E’ stata infatti stipulata una convenzione con il Comune.