Collaborazione tra Università dei Sapori e la sezione umbra della Federazione Italiana Sommelier, corsi in partenza a novembre anche a Città di Castello, Gubbio, Orvieto e Foligno

Si chiama “Wine School”, la scuola del vino, ed è un centro di formazione professionale interamente dedicato ai settori del vino e delle bevande in generale. La scuola ha un nome inglese, di taglio internazionale, proprio come l’associazione a cui è connessa, la Worldwide Sommelier Association, una rete che riunisce i sommelier di 32 paesi.

Nato dall’accordo siglato nel mese di ottobre tra l’Università dei Sapori di Perugia e la Federazione Italiana Sommelier dell’Umbria, il centro mira a formare professionisti del settore in accordo alle tendenze prevalenti del mercato e a imporsi come istituzione autorevole nel settore, soprattutto grazie alle strette relazioni che le due istituzioni all’origine del progetto hanno con il mondo delle imprese.

Oggetto di studio è il vino in sé, ma anche come componente di ricette e abbinamenti della cucina umbra e italiana, nel tentativo di rispondere alle esigenze di appassionati e professionisti del vino. L’offerta formativa è variegata e sarà disponibile dall’8 novembre sul sito della scuola che si propone di estenderla ulteriormente: tra i programmi previsti o in via di definizione ci sono somellerie, nelle versioni primo livello e intensivo, avvicinamento al vino, corsi tematici come quello sui formaggi e il loro corretto abbinamento al vino e quello sullo Champagne, ma anche un percorso sulla birra.