Esplorare in 25 assaggi i territori con cui si ha meno confidenza: dall’Italia alla California, passando per Francia, Spagna e Oceania

Dall’Italia alla California, passando per Francia, Spagna e Oceania. Il sito Wine Spectator ha pubblicato una lista di proposte per abbandonare le proprie certezze in fatto di vino ed esplorare lidi sconosciuti. Perché l’anno appena iniziato non veda i consumatori ricadere nei soliti acquisti e sia di stimolo a provare vini a cui non si è abituati, Matt Kramer propone i 25 vini da provare nel 2017.

L’intera lista si può passare in rassegna provando un vino nuovo ogni due settimane, raggiungendo così 25 assaggi in un anno. Per quanto riguarda i criteri della scelta, Kramer stesso ammette che uscire dal territorio conosciuto significa qualcosa di diverso per ciascuno e si prefigge di suggerire “25 modi di abbandonare il vino che ami”.

Ecco i 25 suggerimenti pubblicati da Wine Spectator:

  1. Lambrusco, da abbinare a cibi al formaggio o salsiccia;
  2. Gewürztraminer alsaziano, statunitense o italiano, da accostare a zuppa o torta salata di cipolle;
  3. qualunque vino greco, bianco o rosso, all’infuori del Retsina;
  4. Petite Sirah della California;
  5. qualunque vino neozelandese diverso dal Sauvignon Blanc: raccomandati Syrah e Pinot Nero;
  6. Cabernet Franc della Loira o del Bordeaux, oppure della Napa Valley, da bere a pasto;
  7. I vini rossi dell’Austria, come Zweigelt e Blaüfrankisch;
  8. Qualunque vino del Portogallo.
  9. Ventoux;
  10. Pinot Noir e Syrah delle Santa Lucia Highlands, in California;
  11. Cru Bourgeois Bordeaux;
  12. Dry Tokaj Furmint;
  13. Chianti Classico;
  14. Vini frizzanti francesi Crémant;
  15. Chardonnay di Margaret River, in Australia;
  16. Qualunque rosso dalla zona di Salta, nel Nord dell’Argentina: per lo più Malbec, ma da vigne a 5.000 metri sul livello del mare;
  17. Qualunque vino prodotto con il vitigno Pinot Meunier, lo “sconosciuto” dello Champagne; prodotto anche in California e in Oregon;
  18. Qualunque vino siciliano sopra la soglia dei 20 dollari;
  19. Chenin Blanc del Sudafrica;
  20. Montepulciano d’Abruzzo;
  21. Zinfandel delle Sierra Foothills, in California;
  22. Aglianico, vitigno rosso del Sud Italia, coltivato tra Basilicata e Campania;
  23. 6 Puttonyos Tokaj;
  24. Qualunque bianco proveniente dall’area di Rías Baixas, in Spagna: particolarmente indicato con menu di pesce, meglio se molluschi;
  25. Qualunque Riesling tedesco del 2015, sotto i 30 dollari.