Venerdì 24 febbraio incontro con l’autore, Mauro Santomauro, e con il Prosecco di Vigna Belvedere alla caffetteria “L’Ombra del Leone”

Un appuntamento che unisce scrittura e gusto: venerdì 24 febbraio, alle ore 17.00, nella caffetteria “L’Ombra del Leone” di Ca’ Giustinian (S. Marco, 1364/a), sede della Biennale di Venezia, le bollicine del Prosecco Doc Vigna Belvedere accompagneranno l’incontro con lo scrittore Mauro Santomauro, autore del romanzo storico “Theriaca”, uscito per i tipi di Ferrari Editore.

Il romanzo prende le mosse a Venezia tra l’anno domini 1524 e il presente: in un’antica farmacia del Cinquecento si legano i destini dei protagonisti di questa storia, tessendo legami che aprono varchi nella barriera del tempo. Una perfetta ricostruzione storica si sposa a una vivacissima invenzione romanzesca: pagina dopo pagina si penetrano le atmosfere di un mondo affascinante popolato da speziali e alchimisti. Su tutto domina il mistero: dall’inspiegabile incendio dello sfortunato teatro La Fenice alla ricetta segreta del cioccolato osmazonico si dipana un thriller che, rendendo omaggio alla struggente bellezza di Venezia, trasporta il lettore in uno stupefacente labirinto narrativo. In “Theriaca” nulla è come sembra. La giornalista Michela Gambillara condurrà la serata, organizzata dall’azienda agricola Vigna Belvedere di Pasiano di Pordenone. Al termine della presentazione l’autore sarà a disposizione per firmare le copie del libro.

L’autore, Mauro Santomauro, musicista e scrittore, appassionato ricercatore e studioso di storia e letteratura, vive e scrive a Treviso. Ha già pubblicato il romanzo “Il doppio dell’assassino” (Ferrari editore). Si definisce un goloso professionista. Nella sua vita è stato, infatti, non solo farmacista della Serenissima, salendo alla ribalta delle cronache quando rinunciò a trasferire la sua farmacia in terraferma, ma anche chimico, distillatore, imprenditore, pilota di aerei da turismo e contadino.