Crescita significativa nella Grande distribuzione delle vendite dei vini a denominazione d’origine e degli spumanti nel 2016. Questi i dati diffusi dall’istituto di ricerca Iri e che saranno presentati alla prossima edizione di Vinitaly. In aumento le vendite del vino biologico, che esce dalla sua nicchia e convince sempre più il consumatore medio.

I vini a denominazione d’origine (in bottiglia da 0,75lt) aumentano del 2,7% in volume (e del 4,4% in valore) con 224 milioni di litri venduti. Le vendite in promozioni rimangono statiche ed i prezzi medi sono in risalita. Successo anche per gli spumanti che fanno segnare una crescita del 7% con 54 milioni di litri venduti.

Nel 2016 sono stati venduti attraverso la grande distribuzione 505 milioni di litri di vino, nonostante i consumi delle famiglie si siano contratti sensibilmente. “La crescita degli spumanti riflette una destagionalizzazione delle vendite di bollicine conseguenza di un crescente uso nel consumo quotidiano – dichiara Virgilio Romano, Business Insight Director di IRI – Tale aspetto ci permette di dedurre che lo spumante attira nuovi consumatori e potrebbe rappresentare una tendenza di rottura nelle tradizionali abitudini del bere italiano”.

In cima al podio delle vendite dei vini a denominazione in bottiglia da 75 cl c’è il Lambrusco, che nel 2016 è riuscito ad aumentare le vendite del 2,5% in volume e del 3,1% in valore,  seguito dalla Toscana col Chianti.

Nonostante il mercato del vino biologico sia ancora giovane, la crescita delle vendite della Gdo è nettamente positiva: +25,7% in volume con 2 milioni e mezzo di litri venduti “I primi dati sul mercato del vino nella Grande Distribuzione confermano la ripresa del mercato interno del vino in Italia, – ha detto Giovanni Mantovani, Direttore generale di Veronafiere – I consumatori cercano sugli scaffali sempre più il vino di qualità, con un conseguente aumento dei prezzi medi. E’ un processo che è sempre stato sostenuto da Vinitaly che da 13 anni organizza e promuove l’incontro tra cantine e Grande distribuzione in convegni e incontri B2B”.